La ricaduta

La ricaduta

Piccolo diario di bordo delle esperienze e delle competenze raggiunte

Quello che è accaduto in questo tempo ha permesso a noi che insegniamo a disegnatori di futuro di arricchire le nostre competenze immergendoci nella Fantasia. L'impresa ha permesso a tutti, insegnanti e alunni, di crescere umanamente.

Il viaggio è stato ricco di tanti significati per ognuno di noi: ha motivato gli insegnanti in questa burrascosa epidemia ed ha permesso agli alunni di muoversi in estrema autonomia in un mare di esperienze meravigliose. Durante il viaggio i 47 marinai hanno raccolto tesori e li hanno custoditi accuratamente nel forziere della nave. Quando la nave era ferma noi insegnanti con i nostri strepitosi alunni, ogni tanto, sbirciavamo le ricchezze del forziere e provavamo a parlarne tra di noi per apprezzare maggiormente il loro valore. Se volete vi sveliamo le scoperte di maggiore rilevanza:

La curiosità degli alunni

Crediamo possa annoverarsi tra le ricchezze più grandi. Con la curiosità i ragazzi hanno trasferito il proprio vissuto nelle attività di tutti i giorni. La curiosità ha permesso ad ogni navigatore di riconoscere l’importanza delle parole e dei significati, dei legami che le parole creano con i nostri sentimenti. Dare importanza alle parole ha permesso di migliorare il lessico e di arricchire gli elaborati di ogni singolo alunno.

Libri, tanti libri, anzi 2 biblioteche

Nel forziere, abbiamo riposto, con curiosità e parole, libri, tanti libri, anzi due biblioteche. I ragazzi hanno potuto apprezzare questi tesori luccicanti e hanno appreso il messaggio rodariano che i libri e la lettura ci rendono liberi. Abbiamo scoperto che ogni singola parola presente nei libri rappresenta una rotta, un viaggio e che gli alunni sono i navigatori del futuro. La lettura ha consentito agli alunni di scrivere meglio, di descrivere il mondo in maniera più accurata, ma sopratutto esprimere senza alcun timore i propri sentimenti. La biblioteca, i libri, le parole, oltre ad avere un grande valore, sono magici: hanno reso gli alunni dei rivoluzionari, capaci di migliorare il mondo partendo dal loro sapere.

Le stelle e i desideri

Nel forziere abbiamo scoperto che ci sono le stelle ed i desideri. Grazie alla nave, gli alunni si sono avvicinati alle stelle ed hanno imparato che la conoscenza e la fantasia sono importanti per la scoperta. Nelle classi, durante le attività giornaliere, ogni singolo alunno ha cominciato a raccontare e a raccontarsi con grande serenità, perchè ha compreso che dalla fantasia si parte per raggiungere e scoprire nuovi mondi.

Un racconto corale

Nel forziere, nascosto in un finto cassetto, abbiamo trovato una chiave USB che conteneva un meraviglioso storytelling realizzato con Scratch. Il digitale, a supporto della fantasia, ha permesso a tutti i navigatori di costruire, consapevolmente ed in autonomia, percorsi di programmazione e prodotti multimediali accattivanti.

Wikipediani perfetti

Nel fondo del forziere, in un’ elegante carta pergamena, ecco spuntare un certificato di perfetto Wikipediano. Gli alunni hanno contribuito ad ampliare l’enciclopedia più grande del mondo, hanno compreso come arricchire il sapere Wiki. Durante le attività si sono confrontati ed hanno connesso i loro cuori riflettendo sulla potenza che ha la rete.

Il Manifesto arricchito

Hanno studiato il Manifesto della Comunicazione non Ostile, considerando i principi e arricchendoli, promuovendo una rete più rispettosa e civile, attraverso un’idea concreta di cura.

Ce la possiamo fare sempre

Molte altre ricchezze ancora da scoprire troveranno i nostri eroi nel forziere della Nave e tante altre avventure verranno vissute. Noi, nel nostro piccolo, non possiamo che esprimere la meraviglia che proviamo verso gli studenti che incontriamo ed essere orgogliosi di aver contribuito al raggiungimento di queste competenze.

Per tutti noi, insegnanti e alunni, vale un principio: nessuno può dirci che non possiamo farcela: tutti noi siamo navi che segnano una rotta verso un futuro migliore (#lohadettopiersoft:).

Web Radio & STEAM

Stiamo intrecciando progetti. Durante il corso di quest’anno scolastico la Scuola ha partecipato a Web Cooperative Radio. Le classi si sono trasformate in laboratori di Media Education, diventando spazi per creare contenuti didattici e fare informazione, con un pizzico di creatività e una buona dose di divertimento.
Questa storia parallela ha dato agli alunni di essere in prima persona nel “gioco” della radio, che tiene fede al motto “niente apprendimento se manca il divertimento”.
Il nostro Istituto ha realizzato una trasmissione radiofonica raccontando La Nave sul Cocuzzo.
Con 3 makeblock mBot2 stiamo continuando a sviluppare processi di informatica e STEAM. Svolgiamo lezioni interattive e i ragazzi, avviati al pensiero computazionale con Scratch, mettono in relazione più dispositivi.
Come insegnanti ci stiamo impegnando a formare ed informare altri colleghi, per allargare l’uso delle attrezzature, per arrivare pronti sulla soglia del prossimo anno e coinvolgere tutti gli alunni del nostro Istituto.

Le parole sono un ponte

Le parole sono ponti che raggiungendo i cuori curano le persone. Le tecnologie rappresentano il mezzo per costruire ponti dappertutto.

Il Team Docenti della Nave Scuola